Affioramento di Marcottini - museocarsico

MUSEO CARSICO, GEOLOGICO E PALEONTOLOGICO, ONLUS - MONFALCONE  (GO)
Choose your language
Vai ai contenuti

Menu principale:

Affioramento di Marcottini

Attività > livello 2 Paleo > Livello 4

Località: MARCOTTINI - DOBERDO’ (GO)

INTRODUZIONE
L’affioramento fossilifero del Cretacico superiore (Turoniano) è ubicato nel comune di Doberdò del lago in località Marcottini (GO), di notevole interesse per il contenuto malacologico molto ricco di Gasteropodi, alcuni dei quali conservati in condizioni eccezionali e con visibili tracce delle originali ornamentazioni grafiche. Si rinvengono anche gusci di rudiste, che si presentano più o meno elaborati da correnti ed onde.

OSSERVAZIONI PALEONTOLOGICHE E PALEOAMBIENTALI
La malacofauna è caratterizzata da poche specie, la maggior parte dell’associazione faunistica è costituita da Rudiste che si presentano decorticate e ricristallizzate impedendo così una loro corretta classificazione.
Sono inoltre rinvenibili, con rarità, Bivalvi e Coralli la cui classificazione è in corso di studio. Il resto dell’associazione faunistica è costituito da abbondanti Gasteropodi (Nerinee ed Acteonelle). Particolarmente interessante si è rilevata la scoperta di alcuni esemplari di Trochactaeon matensis, FITTIPALDI che hanno conservato nei processi di fossilizzazione le tracce delle ornamentazioni grafiche di colore bruno-rossiccio. (Vedi ricostruzione grafica tipologie)
La malacofauna citata è stata rinvenuta in depositi caratteristici di un ambiente di piattaforma carbonatica in vicinanza ad un canale di marea (PLENICAR e ZUCCHI-STOLFA), 1986) A causa dell’idrodinamismo molto elevato la composizione della malacofauna risulta selezionata e quindi non riflette che in parte la comunità a Molluschi originaria. Nel suo complesso la malacofauna si presenta usurata, disposta senza un ordine preferenziale. la maggior parte dei Bivalvi e dei gasteropodi presentano rotture ed abrasioni più o meno pronunciate a causa di una prolungata fluitazione.

CONSIDERAZIONI CRONOSTRATIGRAFICHE
PLENICAR e ZUCCHI - STOLFA (1986) hanno discusso ampiamente l’età di questo affioramento, attribuendolo al Turoniano. A sostegno della attribuzione al Turoniano concorrono i seguenti fatti: tra i Gasteropodi il genere Trochactaeon, secondo l’opinione di alcuni autori (COSSMANN e DELPEY), sembra raggiungere il suo massimo sviluppo nella Tetide nel Cenomaniano e nel Turoniano, ciò è rappresentato da numerose specie costituite da individui spesso gregari, sovente associati a Nerinee Plesioptygmatis requieni
e P. schiosensis; queste comunità ad abitudini gregarie presentano generalmente numerose variazioni individuali.

Museo Carsico. Geologico e Paleontologico. Via Valentinis 134 - 34074 Monfalcone (GO) Italia
Cod. Fisc. 90000960311. Cell. +39 3929193127 E-mail: infotiscali@museocarsico.org
Torna ai contenuti | Torna al menu